Vang Vieng

Monaci

Frangipane - fiore nazionale

Gibbone

Fiume Mekong

Luang Prabang

Quando andare?
  • Gennaio
  • Febbraio
  • Marzo
  • Aprile
  • Maggio
  • Giugno
  • Luglio
  • Agosto
  • Settembre
  • Ottobre
  • Novembre
  • Dicembre
Fuso orario
GMT + 7
Visto
SI*
Vaccinazioni obbligatorie
nessuna vaccinazione obbligatoria
Dalle verdi pianure della valle del Mekong agli aspri rilievi dell'Annam, la perla del Sud-est Asiatico.

La Repubblica Popolare Democratica del Laos, situata nel Sud-est Asiatico, senza sbocchi sul mare, confina con la Cina a Nord, la Birmania a Nord-ovest, la Tailandia ad Ovest, la Cambogia al Sud ed il Vietnam ad Est. Si estende su un territorio di circa 234 mila chilometri quadrati, principalmente montagnoso, soprattutto a Nord e nelle regioni confinanti con il Vietnam dove il paesaggio è dominato da montagne spettacolari. La cima più alta raggiunge i 2.800 metri nella provincia di Xieng Khouang. Mentre il fiume Mekong attraversa tutta la parte Ovest della regione creando in alcuni punti un confine naturale con la Tailandia. Il Mekong scorre per quasi 1.900 chilometri lungo il territorio laotiano e determina in modo significativo lo stile di vita dei suoi abitanti. Nell’area meridionale dello Stato, il fiume si allarga fino a 20 chilometri di ampiezza, dando vita ad un’area con centinaia di splendide isole.

Simbolo del Laos è il Dok Champa, fiore nazionale, meglio conosciuto come frangipane. Questo suggestivo fiore tropicale dal dolce profumo viene utilizzato da nord a sud per decorare cerimonie e monasteri e viene utilizzato per fabbricare ghirlande da portare al collo che vengono donate come gesto di benvenuto. Il significato di questo importante fiore simbolo del Laos è gioia e sincerità.

Una caratteristica importante del Laos è l’alta diversità culturale del suo popolo, basti pensare che la sua popolazione di 6,8 milioni di abitanti è suddivisa in 49 gruppi etnici. A rappresentare le diverse culture, esiste un grande ventaglio di arti e mestieri tradizionali. Dall’arte religiosa all’architettura, il Laos possiede un patrimonio culturale ed una tradizione artistica davvero ampie. Una delle strutture più celebri è il That Luang Scared Stupa a Vientiane, dove si dice giacciano alcune reliquie del Buddha.

Oltre alle cascate più maestose del mondo, come le Khone Phapheng, il Laos ospita 20 vaste aree nazionali protette, dove è possibile praticare diverse attività a contatto con la natura selvaggia come trekking, rafting, bird watching e camping per poter ammirare la magnifica diversità naturale del Paese.

Tra i siti culturali di maggior interesse: Luang Prabang, definita una delle città antiche meglio preservate del Sud-est Asiatico. Tra le architetture coloniali e cinesi di Luang Prabang si trovano 34 templi Buddisti, avvolti da uno sfondo di verdi e lussureggianti montagne, mentre il fiume Mekong costeggia il lato ovest della città. Grazie alle sue caratteristiche culturali e naturali, nel 1995, la città è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Altro sito che merita di essere menzionato è il compesso di Wat Phou, eccellente esempio di architettura classica Khmer, datato dal 7° al 12° secolo d.C. Ai piedi di Wat Phou si trova l’antica città di Shestupura, la quale si crede essere uno degli insediamenti urbani più antichi del Sud-est Asiatico. Attorno al complesso si Wat Phou, si trovano diversi siti archelogici che valgono la pena essere visitati.

Caratterizzato da un clima tropicale, in Laos è caldo tutto l’anno, con due diverse stagioni: la stagione delle piogge che va da inizio Maggio alla fine di Settembre e la stagione secca da Ottobre ad Aprile. La temperatura media è di circa 28° Celsius, raggiungendo una temperatura massima di 38° in Aprile e Maggio.



* per maggiori informazioni: http://www.viaggiaresicuri.it/paesi/dettaglio/laos/