Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per offrirti un servizio migliore. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui (cliccando su questo link acconsenti all'uso dei cookie). Cliccando sul bottone 'Accetto' acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto

Pure Winner Most Creative Designer 2017

Corna di rinoceronte: arrestati trafficanti

12 Agosto 2011

Erano in possesso di corna di rinoceronte e sono stati arrestati. E’ successo pochi mesi fa in Sudafrica, all’aeroporto internazionale OR Tambo di Johannesburg. Dopo il processo arriva oggi la dura sentenza che sancisce la detenzione dei due trafficanti vietnamiti.

Duc Manh Chu, in possesso di 12 corna di rinoceronte, è stato condannato a 10 anni di reclusione più 2 anni per frode; Phi Hung Nguyeng, in possesso di 6 corna di rinoceronte, è stato condannato a 6 anni più 2 per frode. Si tratta della pena più severa inflitta fino ad oggi nel Paese per un crimine contro la biodiversità, secondo quanto previsto dal Biodiversity Act.

La sentenza è un successo, se si considera che questi grossi erbivori in via di estinzione, sono vittime ancora troppo frequenti del bracconaggio, sia in Sudafrica che nei paesi limitrofi. Le corna infatti, sono richieste dal mercato illegale per la produzione di presunti medicinali utilizzati nel sud-est asiatico, da semplici afrodisiaci fino a rimedi per curare il cancro.

In Sudafrica vivono due delle cinque specie protette di rinoceronte rimaste nel mondo: il rinoceronte bianco e il rinoceronte nero, che differiscono nella struttura fisica e nelle dimensioni. Ci auguriamo di cuore che la lotta contro il bracconaggio diventi sempre più efficace e che i rinoceronti possano vivere in tranquillità nel loro habitat naturale.